Ricerca

Visitatori

Viandanti del blog...

Farmacognosia

Parte generale


  • Definizione di farmacognosia
  • Concetti e definizioni per lo studio della farmacognosia
  • Lo scopo e gli aspetti pratici della farmacognosia
  • La nomenclatura delle piante
  • La chiave analitica
  • Sistematica e tassonomia in campo farmacognostico
  • La classificazione delle droghe [1]
  • I metodi di riconoscimento delle droghe
  • La qualità delle droghe e i fattori influenti su di esse
  • Aspetti igienico sanitari della conservazione e della trasformazione delle droghe
  • L'impiego delle droghe oggi
  • Il mercato erboristico tra import/export

Fonti bibliografiche


Note


[1] In botanica e in erboristeria, ma soprattutto in farmacognosia il termine droga non si riferisce a sostanze stupefacenti ma è il termine tecnico che indica la parte di pianta che viene impiegata in una preparazione o a sé. È anche il nome di varie sostanze vegetali secche, aromatiche (meglio dette spezie), usate per dare maggior sapore alle bevande o ai cibi: per es., cannella, noce moscata, pepe, vaniglia, garofano, prodotti che, per la loro provenienza, erano detti in passato anche coloniali. In farmacologia, ogni prodotto naturale, vegetale o animale, contenente uno o più principî attivi (alcaloidi, glicosidi, olî essenziali, sostanze amare, purgative, aromatiche, ecc.), e che, opportunamente preparato e conservato, trova indicazioni terapeutiche o sperimentali che sono oggetto di studio della farmacognosia.

0 Commentarium: